Lettera agli Amici e Benefattori n. 86

fsspx.news
notre-dame-de-fatima_LAB   1917 – 2017: attualità del messaggio di Fatima   Cari Amici e Benefattori, Nel 1917, la Madonna si è degnata di visitare la terra. Ella ha confidato ai tre veggenti di Fatima un messaggio composto da più parti, di cui certe sono riunite sotto il nome di «segreto», così che il «messaggio» ed il «segreto» di Fatima sono divenuti come sinonimi. Bisogna, tuttavia, distinguerli. Il messaggio fu comunicato immediatamente. Le parti rilevanti del «segreto» erano destinate ad essere divulgate in seguito, con diverse date, al più tardi nel 1960. Esse riguardano dei grandi avvenimenti nella Chiesa e nel mondo, in relazione al modo in cui gli uomini si comportano con Dio. Ci sono argomenti a proposito di guerre, della scomparsa di intere nazioni, di gravi errori propagati su tutti i continenti, della consacrazione della Russia da parte del Papa e dei vescovi, del trionfo del Cuore Immacolato e di un tempo di pace.   Stabilire nel mondo la devozione al Cuore Immacolato di Maria   Un anno prima della celebrazione del centenario delle apparizioni di Fatima, riconosciute come autentiche dalla Chiesa, permettetemi di ritornare sull'importanza di questo avvenimento e di questo messaggio che ci ricordano un certo numero di verità fondamentali della fede e ci mostrano l'intervento reale di Dio nella storia degli uomini. 1) L'essenziale del messaggio si trova in queste parole della Santa Vergine a Suor Lucia, il 13 giugno 1917: «Gesù vuole servirsi di te per farmi conoscere ed amare. Vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato. A chi abbraccerà questa devozione, prometto la salvezza. Queste anime saranno care a Dio, come fiori disposti da me ad ornare il Suo Trono». Quando si riflette sulla totalità del messaggio di Fatima, con il suo segreto, considerando l'influenza che ha avuto e che ha ancora nella storia della Chiesa e del mondo, diventa evidente che tutto ruota attorno all'intervento divino: «Gesù vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato». Più tardi, quando Suor Lucia chiederà al Sacro Cuore perché vuole la consacrazione della Russia, Nostro Signore risponderà: «perché voglio che la mia Chiesa intera riconosca questa consacrazione come un trionfo del Cuore Immacolato di Maria, al fine di estendere poi il suo culto e di porre la devozione al Cuore Immacolato accanto alla devozione al mio Cuore Divino» (Primavera 1936).   2) La seconda verità fondamentale che risalta dal messaggio di Fatima è l'intervento reale di Dio Onnipotente nella storia degli uomini, sia come individui, sia come nazioni. Si tratta qui di una verità evidente per noi, ma che è oggi molto attaccata in un mondo ateo, liberale e social-comunista, un mondo massonico che pretende di realizzare le sue attività, portare a termine i suoi progetti, senza alcun riguardo per il Creatore e Salvatore, Dio, Nostro Signore Gesù Cristo. Purtroppo, molti uomini di Chiesa sono, anch'essi, imbevuti di questa idea secondo la quale il mondo, gli stati, i governi temporali non devono rendere conto a Cristo Re, Re delle nazioni. Molti elementi del messaggio di Fatima ci mostrano radicalmente il contrario. Eccone tre:
  1. La Vergine Santissima spiega ai bambini di Fatima che Dio ha messo nelle mani di Maria la pace delle nazioni. Che esse godano della pace o soffrano la guerra, dipende in primo luogo dalla Madonna, per espressa disposizione della Divina Provvidenza.
  2. Rispondendo alla richiesta di consacrazione al suo Cuore Immacolato, i vescovi del Portogallo hanno obbedito; la Spagna ha trascurato questa richiesta. Suor Lucia stessa spiega che i mali che hanno in seguito colpito la Spagna e che sono stati evitati dal Portogallo, sono le conseguenze di questa consacrazione – fatta o no – al Cuore Immacolato.
  3. Dopo aver annunciato che, se il mondo non si fosse convertito, ci sarebbe stata una guerra ancora più terribile: e questa fu la seconda guerra mondiale. Considerando da vicino le date più importanti di questa guerra, bisogna per forza constatare che queste corrispondono a delle feste della Santissima Vergine. In particolare, l'8 Maggio, festa di Maria Mediatrice – anticamente festa di S. Michele Arcangelo –, data della sconfitta tedesca e il 15 Agosto, festa dell'Assunzione di Maria, data dell'accettazione, da parte dell'imperatore del Giappone, della resa del suo paese.
  Intervento di Dio nella storia degli uomini   3) «Di Dio non ci si prende gioco» (Gal. 6, 7). Ecco, secondo la testimonianza di Suor Lucia, le parole di Nostro Signore stesso, due anni dopo che la Madonna le disse, nel 1929, che il tempo della consacrazione della Russia era arrivato, richiesta rimasta poi senza seguito: «Di' ai miei ministri che, visto che non rispettano i miei comandi, come il re di Francia, lo seguiranno nella sua sventura» (Agosto 1931). Queste parole ricordano la richiesta del Sacro Cuore fatta a Luigi XIV nel 1689 e che il re di Francia non si preoccupò di eseguire. Cento anni più tardi, scoppierà la rivoluzione che comporterà la sconfitta del re Luigi XVI e la sua decapitazione. Le minacce di Nostro Signore verso i suoi ministri sono dunque terribili… Seguiranno il re di Francia nella sua sventura. Le persecuzioni attuali esercitate contro numerosi cristiani e gli attentati contro i consacrati permettono di pensare che, sciaguratamente, i sacerdoti, i vescovi, i ministri di Nostro Signore non hanno ancora bevuto questo calice di sventura fino in fondo. Tutto questo mostra l'importanza che Nostro Signore stesso dà a Fatima e al suo messaggio sulla devozione al Cuore Immacolato di Maria. Possiamo concludere che la storia dei secoli XX e XXI è profondamente condizionata da questo intervento divino: la devozione al Cuore Immacolato e la grave negligenza del mondo e di molti uomini di Chiesa a realizzare quest'intenzione, manifestata, tuttavia, con tanta chiarezza ed accompagnata da miracoli veramente straordinari. Secondo le parole stesse della Madonna, dobbiamo anche concludere che i disegni di Dio porteranno all'apoteosi del trionfo del Cuore Immacolato di Maria in occasione della consacrazione della Russia da parte del Santo Padre, al quale saranno uniti i vescovi del mondo intero. Con questo trionfo, un periodo di pace è promesso al mondo e alla Chiesa. Finora i vari tentativi di consacrazione non hanno ottenuto gli effetti promessi da Maria. Inoltre, malgrado un innegabile rinnovamento religioso della Russia ortodossa, in questi ultimi anni, non vediamo oggi né la sua consacrazione, né lo sviluppo nel mondo della devozione al Cuore Immacolato di Maria, ma ben il contrario.   Un anno per preparare il centenario di Fatima   È dunque per questo, al fine di preparare bene il centenario delle apparizioni di Fatima, che abbiamo deciso di lanciare una nuova crociata del Rosario, questa preghiera che il Cuore Immacolato di Maria ha chiesto così fortemente. Al fine di corrispondere più da vicino alle intenzioni divine e vista l'insistenza della Madonna sulla necessità della riparazione dei peccati, abbiamo a cuore di unire, ai nostri rosari, numerosi sacrifici. Speriamo molto di poter offrire una corona di dodici milioni di rosari e di cinquanta milioni di sacrifici. Di tutto cuore, vogliamo lavorare per diffondere la devozione al Cuore Immacolato, particolarmente durante questi tempi di preghiera e penitenza. È la prima intenzione della nostra crociata, alla quale aggiungiamo anche la richiesta filiale del trionfo del Suo Cuore Immacolato e della consacrazione della Russia, secondo le indicazioni della Madonna stessa. Infine, nei tempi tormentati che conosciamo, tanto nel mondo, quanto nella Chiesa, chiediamo alla nostra Madre Celeste una protezione particolare per la Fraternità San Pio X, tutte le sue opere e tutte le famiglie religiose amiche. Vi invitiamo tutti, per l'amore della Madre di Dio, del suo Cuore Addolorato ed Immacolato, a moltiplicare gli atti che ci faranno praticare più intensamente questa devozione e diffonderla. Così, vi proponiamo di consacrare, a seguito di una diligente preparazione, le vostre case e le vostre opere al Cuore Immacolato, di praticare bene la devozione dei primi cinque sabati del mese, di portare personalmente lo scapolare della Madonna del Carmelo e di diffondere la Medaglia Miracolosa donata dalla Santa Vergine alla rue du Bac, a Parigi – medaglia che mostra, nel verso, i due Cuori di Gesù e di Maria. Potessimo apportare così il nostro piccolo contributo alle domande del Cielo, ricevere la protezione divina e, soprattutto, ottenere la realizzazione a suo tempo della più bella delle promesse: la nostra salvezza, la salvezza dei peccatori. Si degni la Madonna di benedirvi con Gesù Bambino, come recita una delle più belle e pie preghiere del breviario: «Nos cum prole pia benedicat Virgo Maria». Nella festa della Madonna del Carmelo, il 16 Luglio 2016 + Bernard Fellay Lettre aux Amis et Bienfaiteurs n° 86 Carta a los Amigos y Bienhechores n°86 Letter to Friends and Benefactors no. 86 Carta aos Amigos e Benfeitores n° 86 Brief an die Freunde und Wohltäter Nr. 86