Germania: il Cammino sinodale vorrebbe distruggere la Chiesa

27 Agosto 2022
Fonte: fsspx.news

L'Assemblea sinodale si riunirà per la quarta volta dall'8 al 10 settembre: i membri si riuniranno a Francoforte. I testi da adottare sono stati inviati ai membri sinodali per la loro preparazione e pubblicati sul sito web del Cammino sinodale.

Lungi dal condividere il monito del Dicastero per la Dottrina della Fede, i membri tratteranno essenzialmente argomenti che esulano dalla loro competenza, risultato del lassismo della Santa Sede.

Modifica della costituzione della Chiesa
Verrà discusso un progetto di "consiglio sinodale". Dovrebbe garantire una continuazione quasi permanente del Cammino sinodale e significherebbe una modifica della struttura della Chiesa: si propone che i vescovi si dimettano dal loro ufficio e consegnino la loro responsabilità a un consiglio.

L'obiettivo di molti membri sinodali è quello di eleggere il proprio vescovo, di stabilire un diritto di decisione per i laici nella Chiesa, di consentire loro di amministrare il battesimo e l'estrema unzione, nonché di apportare il loro aiuto in occasione dei matrimoni.

Il testo propone che un auto-impegno dei vescovi renda "obbligatoria l'interazione tra la responsabilità comune e la funzione di indirizzo" e che venga posta in essere "un'istanza di controllo giudiziario superiore", che richiederebbe un "auto-impegno del Papa".

Proposte di per sé eretiche, perché contrarie alla costituzione divina della Chiesa stabilita dal suo divino Fondatore.

Armonizzazione del diritto canonico con il diritto statale
Il diritto canonico deve essere sviluppato in modo che "i diritti fondamentali di tutti i credenti abbiano in esso un'importanza centrale e fondamentale – in analogia con i diritti fondamentali del diritto statale".

Tra questi diritti, il testo stabilisce requisiti in tema di transessualità e omosessualità: apertura a tutti i possibili sessi non binari secondo il genere (transessualità e intersessualità). Per analogia con la legge tedesca, dovrebbe essere possibile l'iscrizione del sesso "diverso" o il cambio di sesso e di nome nel registro di battesimo. - No comment

Riconoscimento generale dell'omosessualità
La gestione dell'omosessualità all'interno della Chiesa deve essere aperta e gli errori del passato aboliti. I vescovi non eterosessuali devono poter uscire allo scoperto, perché "si veda anche la diversità nell'episcopato".

Inoltre, i vescovi e i responsabili della formazione dei sacerdoti devono impegnarsi "a far sì che sia revocato il divieto di formare e ordinare uomini non eterosessuali a livello della Chiesa universale e che tutte le affermazioni negative sul loro orientamento sessuale siano rimosse dalla documenti ufficiali della Chiesa".

In altre parole, sopprimere totalmente l'attuale insegnamento della Chiesa sull'omosessualità.

L'ordinazione delle donne è richiesta, se non addirittura pretesa
Per cancellare la discriminazione delle donne e il clericalismo, sono richieste con veemenza ulteriori posizioni di comando per le donne e la loro ordinazione – come una "correzione dell'inegualità del potere e delle strutture".

L'apertura dei ministeri ordinati si sviluppa anche in tema di genere, quando si dice che l'Assemblea sinodale si impegna a "emettere voti qualificati affinché i credenti chiamati e abilitati abbiano accesso a tutti i servizi e ministeri della Chiesa – compresi tutti gli ordinati ministeri – indipendentemente dal sesso e dallo stato di vita".

Se la Santa Sede non interviene, presto non ci saranno altro che rovine nella Chiesa di Germania. Poiché quasi tutte queste proposte, contrarie alla costituzione divina della Chiesa, alla sua dottrina dogmatica o morale, non possono essere accolte.

E da quel momento in poi, la delusione di coloro che hanno creduto ai propri vescovi, sarà drammatica e lascerà solo rovine. E la Santa Sede avrà la responsabilità principale, perché non ha agito quando doveva.