Il cardinale Kasper sostiene un testo alternativo al Cammino sinodale

24 Settembre 2021
Fonte: fsspx.news
Mons. Georg Bätzing e il cardinale Walter Kasper

Il Cammino sinodale tedesco ci presenta un esempio del Sinodo sulla sinodalità? In una confusione che non era difficile prevedere, emerge un confronto pubblico tra le varie correnti che animano i vescovi e i teologi tedeschi.

Mons. Bätzing è soddisfatto dell'andamento del Cammino sinodale
Approfittando della conferenza stampa di apertura della tradizionale assemblea plenaria autunnale dell'episcopato tedesco a Fulda, il presidente della Conferenza episcopale, Mons. Georg Bätzing, ha dichiarato che il Cammino sinodale si avvicina alla fase finale.

Ha ammesso che i vescovi erano molto distanti tra loro su alcuni punti importanti, ma che era fiducioso che il Cammino sinodale avrebbe portato a chiari segnali di cambiamento.

Il vescovo di Limburg ha rassicurato sulle critiche mosse da un gruppo di membri del Cammino sinodale, riuniti attorno a monsignor Rudolf Voderholzer, vescovo di Ratisbona, affermando che il processo non era in pericolo.

In realtà, all'inizio di settembre, Mons. Voderholzer ha lanciato un sito Internet che offre testi alternativi ai forum del Cammino sinodale e ha attaccato con forza il livello teologico dei testi ufficiali.

Mons. Bätzing ha concluso spiegando che il Cammino sinodale tedesco potrebbe "tracciare la via" al processo sinodale avviato da papa Francesco. La Chiesa in Germania potrebbe portare la sua esperienza nel processo mondiale.

Supporto inaspettato per i testi alternativi
Durante un convegno sulla crisi della Chiesa e le riforme necessarie, il cardinale tedesco Walter Kasper ha affermato che il testo alternativo analizza con chiarezza i problemi esistenti, argomenta nello spirito del Concilio Vaticano II e propone misure di riforma efficaci e realizzabili.

Per questo ha detto di appoggiare esplicitamente il testo alternativo "Autorità e responsabilità" sul potere nella Chiesa, contro quello del forum sinodale.

D'altra parte, il presidente emerito del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani vede nel testo ufficiale, che deve essere presentato esclusivamente al Forum sinodale I, un tentativo "di reinventare la Chiesa, per così dire, in aiuto di un dotto edificio teorico teologico", alla lettura del quale molti si chiedono "se tutto questo sia ancora cattolico".

Uno degli autori del testo alternativo è il decano della città di Bonn e parroco della cattedrale, Wolfgang Picken. Egli ritiene che le dichiarazioni del cardinale Kasper confermino l'opinione secondo cui "il testo ufficiale del Forum è in parte basato su presupposti teologici insostenibili e rischia quindi di fallire a livello della Chiesa mondiale".

Indignazione e frustrazione sono quindi preprogrammate. Provocare tutto ciò è irresponsabile e mette in pericolo le riforme necessarie.

Il cardinale Kasper ha anche sottolineato quanto sia importante, nel Cammino sinodale, trovare soluzioni che tutti possano accettare. Sostiene quindi la richiesta di un dibattito aperto al contraddittorio. Purtroppo i responsabili del Cammino sinodale si rifiutano di farlo.

I presidenti del forum sinodale, infatti, hanno respinto la richiesta di discutere il testo alternativo. Il porporato aggiunge: "Lo vedo come un atto d'accusa nei confronti di un Forum che si interessa al potere, alla separazione dei poteri e alla partecipazione. (…) Ciò contraddice apertamente e direttamente il significato della sinodalità e tutto ciò che papa Francesco ha fissato prima del prossimo Sinodo mondiale."