India: falsificazioni e menzogne ​​al servizio dell'odio anticristiano

9 Giugno 2021
Fonte: fsspx.news
Sonia Gandhi

Una foto della presidente del Partito del Congresso Sonia Gandhi con un libro alle spalle intitolato "Come rendere l'India una nazione cristiana" ha suscitato scalpore sui social media indiani. Viene usata come arma in una nuova campagna da parte di gruppi nazionalisti indù per fomentare l'odio contro i cristiani su Internet.

La foto è stata postata con un tweet - poi cancellato - dall'account No Conversion che conta più di 200.000 follower.

L'immagine mostra anche una Bibbia e una statua del Sacro Cuore di Gesù ben in vista su uno scaffale insieme a una didascalia che recita "Chi legge tutti questi libri?". Un altro commento denuncia il Congresso per "le crescenti conversioni e il lavaggio del cervello dei giovani".

La fonte è stata facilmente rintracciata: si tratta della foto di un video di Sonia Gandhi postato sul proprio canale YouTube dal suo partito nell'ottobre 2020. Nel video, però, né il libro incriminato (dal titolo alquanto improbabile), né la Bibbia, né la statua del Sacro Cuore di Gesù sono sullo scaffale dietro di lei.

Uno specialista spiega il motivo di questo attacco: "Da quando Sonia Gandhi ha preso la guida del partito del Congresso nel 1998, è stata accusata di essere un agente della CIA o della mafia italiana, accuse che ora si estendono al figlio Rahul. Voci senza alcuna prova che continuano a circolare ad alimentare l'odio nei suoi confronti per il semplice fatto che non è nata in India."

Una personalità enigmatica
Sonia Ghandi è infatti di origine italiana. Nel 1968 sposò Rajiv Gandhi, il figlio maggiore di Indira Gandhi. Quest'ultima è l'unica figlia di Jawaharlal Nehru, uno stretto collaboratore del Mahatma Gandhi, che è stato più volte Ministro e Primo Ministro dell'India per quasi diciassette anni.

Sua figlia Indira fu eletta due volte Primo Ministro dell'India, prima di morire assassinata nel 1984. Alla sua morte, Rajiv Gandhi divenne Primo Ministro, per poi essere assassinato a sua volta nel 1991.

Dopo la morte del marito, Sonia Gandhi, di fede cattolica, entra in politica per perpetuare la dinastia. Nel 2004, dopo la vittoria del suo partito, avrebbe dovuto diventare primo ministro, ma si è ritirata di fronte alla feroce opposizione del Bharatiya Janata Party (BJP).

È considerata una delle donne più potenti del mondo.

Questa personalità originale è spesso presa di mira dal BJP, che teme la sua grande influenza e la definisce nemica dell'India. La storia familiare può ovviamente far temere che tali accuse possano portare a una morte violenta.

Ad ogni modo, questa falsificazione e questa menzogna aiutano a distrarre dal terribile bilancio del Covid-19 e dal collasso del sistema sanitario in questa seconda ondata di pandemia, reindirizzandola verso un personaggio un politico odiato dal BJP, in particolare per il suo cattolicesimo, e verso i cristiani in generale.