La Madonna, tesoro di San Giuseppe

2 Marzo 2020
Fonte: fsspx.news

Quando il re Salomone salì al trono, Dio promise in sogno di concedergli tutto ciò che desiderava. Questa fu la risposta di Salomone: "un cuore docile, che possa giudicare il tuo popolo e discernere tra il bene e il male; perché chi potrà rendere giustizia al tuo popolo, a questo popolo così numeroso? "(3 Re 3, 9).

Di fronte all'umiltà di questa risposta, Dio garantì al re ricchezza, longevità e vittoria sui suoi nemici, oltre alla saggezza che aveva desiderato. Proprio perché aveva dimostrato che preferiva essere giusto piuttosto che godere di quei beni che non erano necessari per la sua salvezza, Dio lo colmò di tutti i beni.

In effetti, alcuni doni di Dio non sono essenziali e talvolta capita ce li conceda solo a patto di esserne distaccati. Il patriarca Abramo ne ebbe la dolorosa esperienza quando sacrificò "suo figlio, il suo unico figlio, l'oggetto del suo affetto" per ordine di Dio, prima che l'angelo glielo impedisse, essendo stato il suo timore di Dio sufficientemente provato.

Essere sposo di Nostra Signora non era necessario per la salvezza di Giuseppe. Eppure certamente non sfuggì alla sua anima già profonda che il tesoro che gli era stato affidato non aveva prezzo. La Provvidenza per prima cosa chiese che questo tesoro venisse abbandonato. Vedendo che Maria aspettava un bambino e che egli non aveva parte in questo mistero, per osservare la legge senza fare torto alla sua fidanzata che sapeva essere pura, decise di rimandarla in segreto (Mt 1:19) , e fu solo dopo aver preso questa decisione che Dio gli affidò espressamente Maria e il bambino. Il suo già profondo affetto fu così purificato da un coraggioso sacrificio.

Allo stesso modo, la Madonna aveva rinunciato alla gioia e all'orgoglio della maternità consacrando la sua verginità a Dio. E Dio, che non si lascia vincere in generosità, onorò questa decisione concedendole miracolosamente di essere madre, e madre di che Figlio!

Maria era il tesoro di Giuseppe, Gesù quello di Maria. Ma sia Maria che Giuseppe hanno prima cercato il regno di Dio e la sua giustizia, e la loro pienezza fu sovrabbondante. Possano indirizzare i nostri cuori verso i veri beni!