La seconda Assemblea Generale del Cammino sinodale (1)

16 Ottobre 2021
Fonte: fsspx.news
Padre Wolfgang Picken

Da giovedì 30 settembre a sabato 2 ottobre 2021 si è tenuta a Francoforte sul Meno la seconda Assemblea Generale del Cammino sinodale della Chiesa di Germania. Queste assemblee generali, o sessioni plenarie, realizzano la fase finale del Cammino sinodale deciso e realizzato nella primavera 2019.

 

La prima sessione plenaria si è tenuta a fine gennaio 2020 nella stessa città. Era stata teatro di una discussione di fondo piuttosto accesa sulle regole di procedura. Il decano della città di Bonn, padre Wolfgang Picken, aveva chiesto "trasparenza" e una revisione del regolamento interno.

Lo stesso sacerdote è stato coinvolto nella stesura del testo alternativo proposto dal sito promosso da Mons. Rudolf Voderholzer.

La pandemia si intromette
Questo primo incontro era rimasto finora irrealizzato: la seconda assemblea sinodale, prevista per settembre 2020, non si è potuta tenere a causa della situazione sanitaria.

In alternativa, una cinquantina di membri sinodali si sono riuniti il ​​4 settembre 2020 per una conferenza regionale decentralizzata a Berlino, Dortmund, Francoforte, Ludwigshafen e Monaco per discutere i temi del Cammino sinodale.

Nonostante molti hanno accolto con favore l'atmosfera costruttiva e positiva degli incontri, sono emerse nuovamente le opinioni, a volte molto divergenti, dei partecipanti.

Alla conferenza online all'inizio di febbraio di quest'anno 2021, i forum sinodali hanno fornito una panoramica del loro lavoro. Va ricordato che questi forum, i cui membri sono stati eletti nel dicembre 2019, hanno ricevuto il lavoro fornito dai primi forum "preparatori". Sono responsabili della redazione dei testi che saranno studiati nell'Assemblea Generale.

In totale sono stati prodotti 16 testi, che devono essere discussi e votati dai membri del sinodo. Questi testi hanno già ricevuto emendamenti tramite uno strumento online. Questi emendamenti sono stati accolti fino a una settimana prima dell'Assemblea sinodale. Sono state poi riprese da commissioni ad hoc sotto forma di mozioni che accompagneranno i testi da discutere e votare.

Una revisione in atto prima della seconda assemblea
Come riportato in un recente articolo, Mons. Rudolf Voderholzer, vescovo di Ratisbona, aiutato da alcuni membri del Cammino sinodale, all'inizio di settembre ha creato un sito dedicato a testi alternativi a quelli prodotti dai forum.

Il testo pubblicato - "Autorità e responsabilità" - da quattro membri del forum sulla riforma del potere nella Chiesa, non è stato accolto dagli altri membri del forum e non viene sottoposto a discussione in Assemblea sinodale. Tuttavia, ha ricevuto un supporto inaspettato. Gli editori chiedono che questo testo venga aggiunto alla discussione.

Un altro sito è stato creato con uno scopo simile alla vigilia dell'apertura della Seconda Assemblea sinodale.

Mons. Voderholzer ha anche dichiarato in un sermone, alla vigilia dell'apertura della sessione: Il Cammino sinodale strumentalizza gli abusi "svalorizza la Bibbia in quanto documento e fondamento della fede della Chiesa" portando "altre fonti di orientamento ecclesiastico oltre alle Sacre Scritture", cioè "uno studio degli abusi dogmatizzato senza critica".

Questa critica è perfettamente giustificata e ha ricevuto una conferma lampante durante i dibattiti di questa seconda sessione.

Il Cammino sinodale entra ora concretamente in una fase decisiva. Dopo la prima lettura dei presenti testi, durante la seconda sessione, potranno essere adottati nel corso della terza assemblea, conformemente agli statuti, in seconda lettura, a maggioranza di due terzi dei membri presenti e a maggioranza di due terzi dei membri della Conferenza Episcopale.

Spetterà poi ai Vescovi diocesani attuarli nell'ambito delle loro competenze e comunicare alla Sede Apostolica gli auspici del Cammino sinodale per la Chiesa universale.

Continua…