Maria è vera Madre di Dio

25 Settembre 2021
Fonte: fsspx.news
La chiesa di Efeso dove fu proclamato il titolo di “Madre di Dio”

La Sacra Scrittura ci afferma in modo eloquente la maternità divina: «Ecco, concepirai nel tuo seno e darai alla luce un figlio e gli porrai nome Gesù. Sarà grande, sarà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre; regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine.» (Lc 1, 31-33)

San Paolo dice anche: «Ma quando venne la pienezza dei tempi, Dio mandò suo Figlio, formato da donna, nato sotto la Legge.» Gal 4, 4.

Un dogma di fede

È quindi un dogma della nostra fede cattolica: la Beata Vergine Maria è la Madre di Dio. Il dogma fu formulato da San Cirillo d'Alessandria, nel primo dei suoi “anatematismi”.

Il testo fu ripreso dal Concilio di Efeso del 431: «Se qualcuno non confessa che l'Emmanuele è Dio in verità e che per questo la Beata Vergine è Madre di Dio - poiché ha generato carnalmente il Verbo di Dio fatto carne, sia anatema [cioè scomunicato]», Simboli e definizioni della fede cattolica, Denzinger, n° 252, editions du cerf.

Qualcuno potrebbe chiedersi come una creatura possa essere chiamata “Madre di Dio”.

Ma se questo nome suona straordinario, è assolutamente vero. È utile comprendere la ragione profonda che giustifica questo titolo eterno di gloria della Vergine.

Il linguaggio umano può designare lo stesso essere in modo diverso a seconda dei suoi vari aspetti. Quindi, possiamo dire “quest'uomo è un teologo” per significare “San Tommaso d'Aquino è teologo”, poiché San Tommaso è un uomo, oggi in Paradiso.

Tuttavia, il nome “Dio” può designare le persone divine - il Padre, o il Figlio o lo Spirito Santo - o anche tutta la Trinità.

Ecco perché tutto ciò che si dice del Figlio si può dire di Dio. Dire “il Figlio si è incarnato” è anche dire “Dio si è incarnato”.

Ora, il santo Vangelo parla di Gesù Cristo come del «figlio di Maria».

Ne consegue che «Dio è figlio di Maria». In altre parole «Maria è Madre di Dio».

Questa maternità deriva da una vera generazione naturale: la Madonna ha veramente concepito e partorito Gesù, gli ha davvero donato il suo corpo umano. È un rapporto davvero reale: Maria è ordinata a Gesù come la madre a suo figlio.

Il dogma della maternità divina distrugge l'eresia di Nestorio

Papa San Pio X dice della Beata Vergine, nell'enciclica Pascendi Dominici Gregis contro il modernismo, che ella è «la distruttrice di tutte le eresie». Ne abbiamo un magnifico esempio nella maternità divina.

La proclamazione della Vergine come “Madre di Dio”, Theotokos in greco, è stata fatta per confutare l'eresia di Nestorio. Questo Patriarca di Costantinopoli (428-431) sostenne che c'erano due persone in Gesù Cristo: una persona divina e una persona umana. Questa eresia divise Cristo e rovinò il dogma dell'Incarnazione. La conseguenza fu il rifiuto del titolo di Theotokos.

L'eresiarca fu combattuto da San Cirillo d'Alessandria. L'approvazione da parte della Chiesa della formula “Madre di Dio” nella Chiesa di S. Maria di Efeso ha confutato definitivamente l'eresia nestoriana. Così Maria trionfò su questo grave errore e schiacciò ancora una volta la testa del serpente.

Accogliamo l'augurio di San Pio X: «Vi assista con la preghiera e con l’aiuto la Vergine Immacolata, distruttrice di tutte le eresie.»