Nostra Signora delle Vocazioni benedice i seminari della FSSPX

23 Ottobre 2020
Fonte: fsspx.news
I nuovi seminaristi del seminario Santo Curato d'Ars

"Ogni vocazione ha un valore infinito", ha affermato don Davide Pagliarani, Superiore generale della FSSPX, durante l'intervista concessa a DICI l'11 ottobre 2020. "La vocazione è innegabilmente la grazia più preziosa che Dio può fare per un'anima e per la sua Chiesa", ha continuato.

 

È quindi con grandissima gioia e immensa gratitudine verso Dio che i seminari della Fraternità San Pio X hanno accolto, uno dopo l'altro, i tanti giovani venuti a bussare alle loro porte, scegliendo di rinunciare al mondo per aderire con tutta l'anima a Nostro Signore.

Quest'anno le cifre di ingressi nei seminari sono molto incoraggianti:

- nel Seminario Santo Curato d´Ars di Flavigny, Francia: 21 seminaristi (15 francesi, 2 svizzeri, 1 belga, 1 inglese, 1 brasiliano, 1 spagnolo) e 1 postulante frate italiano;

- presso il Seminario del Sacro Cuore di Gesù a Zaitzkofen, Germania: 11 seminaristi (5 tedeschi, 2 ungheresi, 1 bielorusso, 1 libano-canadese, 1 polacco, 1 svizzero) e 1 postulante frate polacco;

- al Seminario San Tommaso d'Aquino a Dillwyn, negli Stati Uniti: 19 seminaristi al 1° anno (15 americani, 1 francese, 1 tedesco, 1 canadese, 1 irlandese), hanno indossato la talare il 7 ottobre, e 32 giovani nell'anno propedeutico (28 americani, 3 canadesi, 1 singaporiano).

A questi ingressi autunnali, possiamo aggiungere quelli avvenuti nell'emisfero australe lo scorso marzo:

- nel Seminario Nostra Signora Corredentrice a La Reja, Argentina: 6 seminaristi nel 1° anno (3 argentini, 2 nicaraguensi, 1 messicana) e 12 giovani nell'anno propedeutico (4 brasiliani, 4 messicani, 2 argentini, 1 Nicaraguense, 1 cileno), oltre a 2 postulanti frati (1 argentino, 1 messicano);

- presso il Seminario della Santa Croce a Goulburn, Australia: 4 seminaristi (2 australiani, 1 neozelandese, 1 filippino) e 1 postulante frate dalla Nuova Zelanda.

Questo porta quindi a un totale di 61 il numero di seminaristi che entrano al primo anno nel 2020, anno che segna il cinquantesimo anniversario della FSSPX.

Erano 47 nel 2019, 65 nel 2018, 53 nel 2017, 57 nel 2016 e 53 nel 2015.

"Un seminario è il luogo più sacro che si possa immaginare o trovare sulla terra", ha proseguito il Superiore Generale nell'intervista sopra citata. Lo Spirito Santo continua ad operare lì come nel Cenacolo, per trasformare le anime dei candidati al sacerdozio e renderli apostoli."

"Dobbiamo continuare a impegnarci con tutti i nostri sforzi e investirvi le nostre energie morali e umane. Tutto ciò che costruiamo sul sacerdozio di Nostro Signore, e per perpetuare il sacerdozio di Nostro Signore, rimane per l'eternità."

Nostra Signora del Clero conceda a questi giovani tutte le grazie necessarie alla loro perseveranza. E chiediamole di suscitare sempre più vocazioni per i bisogni della sua Chiesa.


 

 

Nuovi seminaristi al Seminario Herz Jesu a Zaitzkofen

Nuovi seminaristi al seminario Saint Thomas Aquinas