Nostra Signora e l'Ascensione

16 Maggio 2021
Fonte: fsspx.news

 "Il mio cuore ti ha detto: i miei occhi ti hanno cercato; il tuo volto, Signore, lo cercherò." Sal 27, 8.

 

La Beata Vergine Maria comprese appieno ciò che Cristo stava facendo quando ascese al cielo, lasciando i suoi apostoli. Ha compreso la profonda lezione dei 40 giorni durante i quali Cristo è apparso e scomparso agli occhi dei suoi discepoli. Sapeva che, come Madre della Chiesa, avrebbe dovuto pregare che la Chiesa vivesse e approfondisse questa lezione per tutta la sua vita apostolica.

Questo insegnamento e la sua comprensione sono sia semplici che profondi: dobbiamo cercare la volontà di Dio, sempre e ovunque. Queste apparizioni e scomparse del Cristo risorto hanno manifestato il profondo insegnamento che Cristo vive nella sua Chiesa come il capo che anima un corpo e le sue membra.

D'altra parte questo insegnamento è anche molto semplice paragonato a quello di cui le persone normalmente hanno bisogno per organizzarsi: servono l'elenco delle cose da fare, gli orari, un numero innumerevole di applicazioni digitali... Tante cose, tante applicazioni, tanti passaggi, tanti schermi! Ma che qualcuno abbia il progetto di cercare Dio sempre e in tutte le cose è un'idea semplice che governa tutto e che richiede solo questo atteggiamento e questa comprensione di Maria, perché raggiunge il Signore di ogni cosa, Dio stesso.

L'atteggiamento di Maria durante l'Ascensione ci mostra gli aspetti pratici di questo Piano Divino: 1) Il desiderio di vedere il volto di Dio; 2) La determinazione di rimuovere gli ostacoli a questo obiettivo; 3) La determinazione di fare ogni giorno qualcosa di concreto per raggiungere questo obiettivo.

1) Prima di tutto, cercare il volto di Dio non significa solo l'adorabile volto di Cristo, ma significa la sua saggezza, il suo piano e i suoi giudizi. Quando i Salmi dicono "non distogliere la tua faccia da noi", preghiamo che Dio non ci permetta di dimenticare i suoi giudizi o di ignorare le sue grazie.

Siamo così volubili: è così facile per noi dimenticare Dio. Ecco perché, anche se l'uomo ha la legge di Dio, San Tommaso dice che l'uomo ha bisogno di una guida. Maria sapeva che doveva essere questa guida per gli Apostoli e per la Chiesa, attraverso le sue preghiere. Pertanto, prega costantemente che non dimentichiamo Cristo e trascuriamo le sue grazie. Ecco perché è stato meglio per noi che Cristo sia asceso al Cielo, così che tutti i nostri sforzi fossero diretti verso il piano divino scritto sul Suo volto per noi.

2) Poi, dobbiamo rimuovere gli ostacoli che ci impediscono di vedere il volto di Dio, cioè di seguire la sua volontà per noi, la nostra santificazione nella pienezza della Sapienza. Significa eliminare il peccato e quindi eliminare le nostre cattive abitudini che portano al peccato. È scritto nella nostra agenda quotidiana? Eppure è certamente nel piano di Dio!

3) Infine, il piano divino implica uno sforzo quotidiano per attuarlo. Coloro che si sforzano quotidianamente di compiere la volontà di Dio nelle piccole cose sono sempre fedeli nei grandi eventi.

La cosa migliore che possiamo fare ogni giorno è guardare alla nostra "agenda quotidiana", che è il Cuore di Maria, e chiederle: "O Maria, cosa devo fare oggi per realizzare il piano di Dio per me?" Non importa quanto siamo lontani dall'obiettivo, da Dio: c'è qualcosa che possiamo fare ogni giorno, e proprio ora, per raggiungerlo.