Preti sposati: basta aspettare...

13 Marzo 2020
Fonte: fsspx.news

Se l'esortazione apostolica "Querida Amazonia" - Cara Amazzonia - ha accuratamente evitato di affrontare la questione scottante dei preti sposati, i vescovi legati a questo nuovo sconvolgimento nella Chiesa latina sanno trarne vantaggio.

Questo è solo un rinvio, pensano molti vescovi davanti al silenzio papale sull'accesso al sacerdozio degli uomini sposati, un tema assente dall'esortazione apostolica "Querida Amazonia".

Una delle figure emblematiche del recente sinodo sull'Amazzonia, il cardinale brasiliano Claudio Hummes, non ha avuto paura di affermare, il 12 febbraio 2020, che la proposta del sinodo di ordinare uomini sposati nelle remote regioni amazzoniche, non è stata definitivamente chiusa: "questa questione dovrà essere sviluppata e completata, la Chiesa si è impegnata a metterla in atto", assicura l'alto prelato, seguendo in questo la disastrosa logica democratica del cammino sinodale.

Allo stesso modo, per il vescovo di Belo Horizonte, mons. Walmor Oliveira de Azevedo, il silenzio del Papa sull'ordinazione degli uomini sposati "non significa che il documento finale del sinodo debba finire nel tritacarte".

L'arcivescovo di La Plata (Argentina), mons. Victor Emmanuel Fernandez, considerato la penna del Papa argentino per Amoris laetitia, ha dichiarato il 12 febbraio a Religion Digital che l'esortazione papale non era "né un'interpretazione" della dichiarazione finale dal sinodo, "né una restrizione", alle proposte riguardanti i preti sposati.

"Il Papa non apre né chiude la porta a questi argomenti", ha detto l'arcivescovo Fernandez, per il quale il Pontefice vuole evitare di "andare di fretta".

Il dibattito va ben oltre il quadro del continente sudamericano: la questione è rimbalzata anche a febbraio in Francia. Se mons. Aillet, vescovo di Bayonne, Lescar e Oloron si rallegra dal silenzio di Francesco sottolineando che "il Papa non potrebbe cambiare radicalmente la disciplina", alcuni dei suoi colleghi, come l'arcivescovo di Poitiers, mons. Pascal Wintzer, vorrebbero che l'ordinazione dei viri probati venisse affrontata "informalmente" durante l'assemblea plenaria dei vescovi di Francia che si incontreranno a Lourdes il prossimo aprile.

Il frutto probabilmente non è ancora abbastanza maturo, ma basta solo aspettare e potrà presto essere colto. Ahimè! Sembra che la secolare disciplina del celibato sacerdotale nella Chiesa latina sarà presto minata. Possa Dio proteggere i sacerdoti e il sacerdozio di suo Figlio da questo attacco potenzialmente fatale.