Punto della situazione sulla Chiesa cattolica

27 Novembre 2020
Fonte: fsspx.news

Pubblicati in occasione della 94a Giornata Missionaria Mondiale, 18 ottobre 2020, i dati divulgati da Fides, agenzia di informazione delle Pontificie Opere Missionarie, costituiscono un aggiornamento dello stato di avanzamento della Chiesa cattolica al 31 Dicembre 2018.

 

 

La popolazione mondiale si è attestata alla fine del 2018 a 7.496.394.000, con un aumento di 88.020.000 rispetto all'anno precedente, su tutti i continenti messi insieme. Il numero dei cattolici si attesta a 1.328.993.000, con un aumento - in termini assoluti - di 15.716.000 rispetto all'anno precedente. Tuttavia, la percentuale di cattolici nella popolazione mondiale rimane invariata al 17,73%.

Il numero dei vescovi è diminuito di 12: sono 5.377 al 31 dicembre 2018. Il numero dei sacerdoti nel mondo è ancora una volta diminuito: sono 414.065, ovvero 517 in meno. Un notevole calo si riscontra in Europa (-2.675), a cui si aggiunge l'America (-104). Gli aumenti sono per Africa (+1.391), Asia (+823) e Oceania (+48).

Il numero dei religiosi non sacerdoti è sceso, per il sesto anno consecutivo, di 594 unità, raggiungendo un totale di 50.941. Le diminuzioni si registrano in Europa (-591), America (-290) e Oceania (- 17) mentre aumentano in Africa (+217) e Asia (+87).

Analogo andamento si riscontra nel numero delle suore: il loro numero è sceso di 7.249, raggiungendo un totale di 641.661. Gli aumenti riguardano Africa (+2.220) e Asia (+1.218); le diminuzioni sono in Europa (-7.167), America (-3.253) e Oceania (-267).

Il numero dei seminaristi maggiori, diocesani e religiosi, è aumentato, in valore assoluto, di 552, rappresentando un totale di 115.880. Gli aumenti riguardano Africa (+964), Asia (+354) e Oceania ( +52) mentre le diminuzioni interessano Europa (-696) e America (-122).

Il numero totale di seminaristi minori, diocesani e religiosi, è diminuito nello stesso periodo, per il terzo anno consecutivo, fino a raggiungere un totale di 100.164. La diminuzione riguarda tutti i continenti, tranne l'Asia. (+340).

Nei settori dell'istruzione e dell'educazione, la Chiesa gestisce 73.164 scuole materne in tutto il mondo, in rappresentanza di 7.376.858 studenti; 103.146 scuole primarie che si occupano di 35.011.999 alunni e 49.541 scuole secondarie con 19.307.298 alunni. Fornisce inoltre formazione a 2.251.600 giovani delle scuole superiori e 3.707.559 studenti universitari.

Gli istituti di beneficenza e di soccorso gestiti dalla Chiesa in tutto il mondo includono: 5.192 ospedali, 15.481 dispensari, 577 lebbrosari, 15.423 case di cura per anziani, malati cronici e disabili; 9.295 orfanotrofi; 10.747 asili nido; 12.515 cliniche di consulenza matrimoniale; 3.225 centri educativi o di riabilitazione sociale e infine 31.091 istituti di beneficenza.

Queste statistiche rozze hanno il merito di evidenziare, ancora una volta, il lento declino del Vecchio Mondo in gran parte secolarizzato, un tempo terra della cristianità, oggi una società dei consumo in fin di vita: un netto contrasto con la vitalità dell'Africa e ancor più quella dell'Asia, probabilmente il futuro centro di gravità del cattolicesimo su scala mondiale.