Sancta Maria ad Nives

1 Agosto 2020
Fonte: fsspx.news

Nostra Signora della Neve è il vecchio nome della basilica papale di Santa Maria Maggiore a Roma ed è il più grande santuario mariano dell'inizio del cristianesimo, costruito da Papa Liberia intorno al 360.

 

Questa basilica è stata decorata con splendidi mosaici che rappresentano la grandezza di Maria, in memoria del Concilio di Efeso (431). Durante questo concilio, tenuto alla presenza del legato pontificio, l'ortodossia cattolica trionfò sull'eresia con questo grande grido di fede dogmatica: "Maria è Madre di Dio", Theotokos in greco, la lingua del concilio.

Pertanto, la seconda parte dell'Ave Maria, in cui diciamo: "Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori", è un segno di unità cattolica universale che si estende da est a ovest, sancita e affermata dall'autorità papale. Il vicario di Cristo ha agito davvero come il Figlio di Maria.

Allo stesso modo, il rito liturgico di questa festa di Maria, che celebra la dedicazione della più grande basilica mai costruita in suo onore, è un monumento visibile dell'importanza della Vergine nella Chiesa cattolica e della perennità del suo insegnamento. .

Innanzitutto, la vera missione di Maria è di portare gli uomini a Cristo e così di rinnovare l'umanità a immagine di Cristo. In tutta la Chiesa cattolica, l'incarnazione attraverso Maria continua in questo modo: viene insegnata dal pulpito e rinnovata sull'altare.

Così, quasi ogni apparizione mariana, fiorisce con la fondazione e l'erezione di una chiesa, in modo che, sotto l'impulso della devozione mariana, il mistero dell'Incarnazione possa essere continuato nella più perfetta ortodossia sacramentale, dottrinale e cattolica. Così, Guadalupe, Lourdes, La Salette, Pontmain e Fatima ... su espressa richiesta della Madonna, hanno chiese mariane per perseguire la loro missione essenziale di dare il Salvatore all'umanità e di perpetuare l'Incarnazione. Ovunque appaia Maria, Cristo si manifesta in tutta la sua gloria, la sua presenza sacramentale e il suo insegnamento infallibile.

Vediamo quindi due importanti caratteristiche della pietà mariana: è dogmatica ed è sacerdotale.

Dogmatica, perché conoscere Maria è conoscere Cristo; e conoscere Cristo è confessare la sua divinità.

Sacerdotale, perché conoscere e amare Cristo significa essere totalmente e completamente uniti al suo sacrificio, che è continuato e applicato dai sette sacramenti. Pertanto, la Chiesa cattolica, attraverso i suoi sacerdoti e fedeli, venera il Dio uno e trino attraverso la divina liturgia, che si svolge nello spazio santo di una chiesa consacrata sotto la direzione e il patrocinio della Madre di Dio.

Infine, è impossibile restaurare tutto in Cristo senza ricorrere a Maria. E questo ricorso a Maria negli ultimi tempi troverà la sua forza in particolare in questo impulso mariano dispiegato nei santuari a lei dedicati. Che si tratti di quelli che sono stati menzionati o della moltitudine di chiese che detiene.

La speciale promessa della nostra Beata Madre riguardo al Portogallo, assicurando che "il dogma della fede sarà conservato lì", non significa che la devozione mariana, che introduce alla perfetta conoscenza di Cristo, sopravviverà a tutte le tempeste ? È il segno di speranza che un giorno Dio ripristinerà attraverso di lei la gloria di suo Figlio e di sua Madre, in particolare in Russia, e a Santa Maria Maggiore a Roma.