Sinodo in Polonia: un resoconto rivelatore

11 Settembre 2022
Fonte: fsspx.news
Presentazione della sintesi sinodale polacca da parte dei vescovi

I cattolici polacchi vogliono che la Chiesa apporti cambiamenti nel modo in cui funziona, ma non nella sua struttura o in termini di dottrina. È quanto emerge dall'indagine svolta per il Sinodo sulla sinodalità, che non sembra entusiasmare la folla sulle rive della Vistola.

Il documento di ventitré pagine è stato presentato il 25 agosto 2022 nel corso di una conferenza stampa tenuta a Jasna Gora (Polonia), luogo che custodisce la venerata icona della Madonna Nera, da mons. Stanislaw Gadecki, arcivescovo di Poznan.

"Il sinodo ha fatto emergere l'attesa di un cambiamento nella Chiesa per quanto riguarda il suo modo di operare, ma non nella dottrina o nella struttura stessa della Chiesa", ha sintetizzato il presule polacco.

E l'Arcivescovo ha precisato che la relazione sinodale aveva messo in luce diverse attese pastorali: "La necessità del catechismo per gli adulti, lo sviluppo di un programma pastorale che risponda ai bisogni autentici dei fedeli, il rafforzamento - anche la revisione - della pastorale dei bambini, giovani, famiglie e anziani che rappresentano un potenziale non sfruttato nella vita parrocchiale". 

Richieste "in gran parte legate ai bisogni spirituali dei fedeli", spiega mons. Gadecki, che ha voluto tuttavia aggiungere che il Sinodo non "suscita grande interesse" sulle rive della Vistola, come altrove...

Al questionario inviato a ciascuna parrocchia, infatti, si sono occupati solo 100.000 fedeli polacchi – principalmente laici impegnati secondo il rapporto – sui 32,5 milioni di cattolici del Paese, ovvero un tasso di partecipazione inferiore all'1%.

Un dato che va confrontato anche con lo studio intitolato "La Chiesa in Polonia", pubblicato nel 2021: del 91,9% dei polacchi che si dichiarano cattolici, il 36,9% ammette di praticare la propria religione andando alla messa domenicale.

Uno studio che mostra che la pratica religiosa dei giovani si è dimezzata in quasi trent'anni e che la loro fedeltà all'insegnamento morale della Chiesa tende a smussarsi: solo il 20% dei giovani oggi considererebbe il concubinato un disordine.

La Polonia è certamente ancora lontana dal livello di degrado spirituale osservato nei paesi dell'Europa occidentale, ma il movimento di secolarizzazione vi avanza inesorabilmente.

Il Sinodo sulla sinodalità deve entrare nella sua fase "continentale": così, a febbraio e marzo 2023, vescovi, sacerdoti e religiosi si incontreranno in ogni continente per studiare un documento di lavoro che dovrà essere redatto entro la fine dell'anno.