Stati Uniti: a Boston i satanisti si appellano alla libertà religiosa

11 Febbraio 2021
Fonte: fsspx.news
Casa municipale di Boston

Un'associazione che si dichiara satanista, ha avviato procedimenti legali contro il Consiglio municipale di Boston, sulla base del fatto che gli è stato sistematicamente impedito di eseguire la sua - satanica - preghiera prima delle riunioni, quando ai cristiani è permesso farlo.


Questa è una storia che solo negli Stati Uniti, dove tutto è possibile, si può vedere. L'organizzazione del Tempio Satanico è stata fondata nel 2013: questo movimento, che si dichiara "non teista", si riferisce a Satana, non come una divinità, ma per scopi politici e libertari.

Da una lontana ispirazione nietzschieana, l'obiettivo assunto del Tempio Satanico è quello di combattere l'influenza delle correnti cristiane conservatrici nella società americana: nel periodo natalizio, non è raro vedere fiorire nelle strade delle Snaketivity - ovvero "natività del serpente"- per parodiare i tradizionali presepi, o Natività.

Dalla fine di gennaio 2021, è accesa la disputa tra il Consiglio comunale di Boston e la filiale locale del Tempio Satanico, con sede a Salem.

Secondo l'organizzazione demoniaca, la politica del Consiglio comunale sarebbe discriminatoria nei suoi confronti, e addirittura contraria alla Costituzione americana: è infatti tradizionale - in un Paese fondato sulla libertà religiosa - che ogni consigliere comunale chiami un ospite esterno a sua scelta, per pronunciare la preghiera preparatoria di apertura di alcuni incontri durante l'anno.

Tuttavia, sembra che il Consiglio comunale di Boston abbia per tre volte rifiutato questo privilegio al Tempio Satanico.

Da parte sua, Lucien Greaves, uno dei co-fondatori dell'organizzazione, si difende al Boston Herlad il 26 gennaio 2021: "è fuori contesto vedere nel nostro approccio un'azione anticristiana", spiega, insistendo sul "voler solo far rispettare la libertà di religione".

Argomenti considerati piuttosto deboli dai consiglieri comunali di Boston, riluttanti a lasciare che qualsiasi lamento a Satana risuoni tra le loro mura. Il caso è ora davanti ai tribunali.

Dal 2015, il Tempio Satanico è stato riconosciuto come una religione dall'altra parte dell'Atlantico, il che sorprende vista la natura ateistica dell'organizzazione: ma, negli Stati Uniti, il paradosso è dietro l'angolo.

Per quanto riguarda i nostri satanisti, giustificano la loro azione perseguendo i loro sette principi fondamentali, vale a dire: compassione ed empatia, lotta per la giustizia, inviolabilità del corpo, libertà, non distorsione dei fatti scientifici, riparazione per errori e torti commessi, la preminenza della compassione, della saggezza e della giustizia. Sembrerebbe di trovarsi in un film.

Decisamente, aveva ragione Sant'Agostino quando diceva che "il Diavolo è la scimmia di Dio".