Stati Uniti: gli aborti della Planned Parenthood in aumento

3 Marzo 2021
Fonte: fsspx.news
Una clinica della Planned Parenthood a Saint Paul, Minnesota

Sebbene l'epidemia di Covid-19 abbia fatto crollare l'economia degli Stati Uniti - come ovunque nel mondo - non ha avuto lo stesso effetto sul "business" dell'aborto, specialmente per la Planned Parenthood. È quanto emerge dall'ultimo rapporto diffuso dalla potente organizzazione nel febbraio 2021.

Planned Parenthood (PPFA) - la fonte americana del "Family Planning" - è un'associazione fondata nel 1916 da Margaret Sanger per promuovere il controllo delle nascite negli Stati Uniti.

Nel tempo, l'associazione è diventata una federazione internazionale che fa campagne, con centinaia di milioni di dollari, per il diritto all'aborto, la teoria di genere, ecc.

Possiede oltreoceano più di 600 sedi cliniche, 58 filiali mediche e correlate e 101 filiali non mediche, il che la rende il più grande fornitore di accesso all'aborto nel paese.

Secondo il suo ultimo rapporto annuale nel febbraio 2021, PPFA afferma di aver eseguito 354.871 aborti nell'anno fiscale 2019-2020, un aumento del 2,7% rispetto all'anno fiscale precedente.

L'organizzazione annuncia inoltre un aumento del proprio finanziamento pubblico, dovuto alle attività connesse nel campo della salute; c'è di che sconcertare gli attivisti pro-vita americani: "L'obiettivo numero uno della Planned Parenthood è l'aborto, non l'assistenza sanitaria", denuncia Marjorie Dannenfelser, presidente della Susan B. Anthony List (SBA List), un'associazione oltreoceano che combatte contro l'aborto.

Anche questa attivista per il diritto alla vita lancia l'allarme, perché negli Stati Uniti è in aumento il numero di interruzioni volontarie di gravidanza (aborto) praticate nelle strutture approvate dal PPFA "mentre, allo stesso tempo, si osserva un calo complessivo delle numero di aborti nel Paese".

Diversi membri del Congresso e dell'ex amministrazione Trump hanno cercato di porre fine ai finanziamenti pubblici per l'organizzazione abortiva: inutilmente, dal momento che nell'anno fiscale 2019-2020, Planned Parenthood ha ricevuto 618 milioni di dollari a titolo di finanziamento pubblico, ovvero ulteriori 1,3 milioni di dollari rispetto all'esercizio precedente...

La manna del pubblico dovrebbe cadere ancora più abbondantemente, grazie al nuovo capo dell'esecutivo americano: la Casa Bianca ha appena confermato il suo sostegno al finanziamento federale per Planned Parenthood, e il presidente Joe Biden ha ricordato agli Stati dell'Unione che ormai si deve garantire che Medicaid - assicurazione sanitaria - prenda a carico l'aborto.

La lotta di Marjorie Dannenfelser è tutt'altro che finita, ma la presidente di SBA List non è pronta a mollare di fronte alla nuova amministrazione democratica: "non smetteremo di lottare per sopprimere i finanziamenti pubblici dell'industria dell'aborto, fornendo valide alternative, perché le donne e le famiglie hanno diritto alla protezione della vita", ha detto.