Ungheria: mons. Márfi denuncia i massoni e l'ascesa dell'islam

27 Marzo 2023
Fonte: fsspx.news
Mons. Gyula Márfi

In un'intervista del mese scorso al quotidiano conservatore ungherese Magyar Jelen, l'arcivescovo emerito di Veszprém, mons. Gyula Márfi, ha denunciato l'ascesa dell'islam e del sentimento anticristiano in Europa, nonché l'influenza della massoneria sui leader dell'Unione europea .

Il presule magiaro ricorda che "uno dei segni più eclatanti dell'anticristianesimo dell'Unione Europea è che la sua Costituzione non commemora le radici cristiane dell'Europa", come hanno notato i Papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

"Parlano di tradizioni greco-romane e illuministiche, ma non di cristianesimo", ha spiegato monsignor Marfi. "Eppure la cultura e l'arte antiche sopravvissero proprio grazie ai cristiani: gli scritti di Virgilio, Tacito, Omero e altri furono copiati dai monaci nel fondo delle loro celle".

L'arcivescovo emerito ha anche lamentato la scomparsa del Natale dalla pubblica piazza, rilevando la crescente tendenza a sostituire la parola Natale con "festa". Ha ricordato che la capitale dell'Unione Europea, Bruxelles, si era rifiutata di allestire un albero di Natale nel 2012 per paura di offendere la sua popolazione musulmana.

Più di recente, nel 2021, la Commissione europea è stata oggetto di pesanti critiche per le linee guida sulla comunicazione interna che suggerivano di eliminare il termine "periodo natalizio". La Commissione ha infine ritirato queste indicazioni.

Massoni e musulmani minacciano l'Europa cristiana
Mons. Marfi ha identificato la Massoneria, da sempre nemica della Chiesa cattolica, come uno dei principali gruppi che lavorano per secolarizzare l'Europa.

L'obiettivo dei massoni è quello di "liberare" l'Europa dal cristianesimo. "Per raggiungere questo obiettivo, sono pronti a usare qualsiasi mezzo, usando il loro potere di lobbying per infiltrarsi tra i capi dell'Unione".

L'arcivescovo emerito ha anche indicato nella massiccia immigrazione musulmana uno dei principali modi per indebolire la cultura cristiana dell'Europa. "A mio avviso, anche i musulmani sono chiamati a cacciare Cristo e il cristianesimo fuori dall'Europa", ha detto a Magyar Jelen.

"Oggi, massoni e musulmani stanno unendo le forze per sradicare il cristianesimo dall'Europa", ha osservato. "È più o meno come ai tempi del Salvatore, quando gli scribi e i farisei collaborarono con il loro irriducibile nemico, Ponzio Pilato, per far sparire Gesù".

Nuovo ordine mondiale
"In una società multiculturale, l'individuo perde la sua identità, il suo senso di identità, la sua cultura, la sua fede, la sua lingua, praticamente tutto", il che rende le persone più facilmente manipolabili per le potenti corporazioni "che vogliono trasformare l'intera Terra in un grande fattoria collettiva, dove non ci sono identità etniche, nazionali e religiose, ma solo lavoratori obbedienti e consumatori sottomessi alle regole".

Ma i liberali europei "alla fine si rovineranno" accettando l'immigrazione musulmana su larga scala, perché "l'Islam non accetterà mai i loro principi liberali".