7 marzo: festa di San Tommaso d'Aquino

Fonte: FSSPX Attualità

Figlio del Conte d'Aquino e Teodora di Napoli, Tommaso nacque nel 1225 a Roccasecca, attualmente nel Lazio meridionale. Fu affidato dall'età di 5 anni ai monaci benedettini di Montecassino. Nonostante la forte opposizione della sua famiglia, nel 1244 entrò nell'Ordine di San Domenico, un ordine mendicante di recente fondazione.

Studente a Parigi ai tempi di San Luigi, discepolo di Sant'Alberto Magno, che seguì a Colonia, ottenne con successo tutti i titoli accademici. Di ritorno a Parigi, nel 1256 ricevette la berretta di dottore in teologia.

 
Rinomato per la sua scienza tanto quanto per la purezza dei suoi modi, religioso esemplare, San Tommaso è l'autore di numerose opere tra le quali la Somma Teologica raggiunge un vertice di conoscenza, concisione e metodo per l'uso di tutti gli studenti in teologia.
 
Muore il 7 marzo 1274 nell'abbazia cistercense di Fossanova, nel Lazio, mentre si recava al secondo Concilio di Lione convocato da papa Gregorio X. Un secolo dopo, per decisione di papa Urbano V, suo il corpo viene trasferito a Tolosa, dove San Domenico fondò l'Ordine dei Frati predicatori. Le sue reliquie sono ancora nella chiesa dei Giacobini.
 
San Tommaso è canonizzato il 18 luglio 1323 da Papa Giovanni XXII. San Pio V lo proclama dottore della Chiesa l'11 aprile 1567.
 
Papa Leone XIII estese il suo patrocinio il 18 gennaio 1880 in particolare alle università e alle scuole cattoliche: "La dottrina di San Tommaso è così vasta che contiene come un mare tutta la saggezza che scaturisce dagli antichi. Tutto ciò che è stato detto della verità, tutto ciò che è stato saggiamente discusso dai filosofi pagani, dai Padri e dai Dottori della Chiesa, dagli uomini superiori che fiorirono davanti a lui, non solo lo sapeva pienamente, ma lo aumentò, lo perfezionò, lo ordinò in un'ottica così penetrante dei principi essenziali, con una tale perfezione di metodo e una tale proprietà di termini che sembra aver lasciato a quelli che lo seguivano solo la facoltà di imitarlo privandoli della possibilità di uguagliarlo".
 
Soprannominato il dottore angelico, San Tommaso d'Aquino è il principe della filosofia scolastica che è il fondamento degli studi sacri.
 
"O Dio che illumini la tua Chiesa con l'ammirevole scienza del Beato Tommaso e che l'arricchisci con la santità delle sue opere, concedici di capire ciò che ha insegnato e di imitare con le nostre azioni ciò che ha praticato" (orazione della messa).