L'Immacolata Concezione, mistero d'amore

Fonte: FSSPX Attualità

L'Immacolata Concezione è un mistero di singolare purezza. Ci sono anime pure in cielo e sulla terra. Tuttavia, la purezza dell'Immacolata è unica.

 

 

Unica perché solo Maria fu pura nel suo concepimento.

Unica per via della particolarissima deroga che questo mistero suppone ad una legge universale. I nostri protoparenti e gli angeli furono creati immacolati, è vero; ma in loro l'assenza di peccato era conforme alla legge della loro condizione; in Maria, al contrario, esiste nonostante la legge della sua condizione.

Unica per le conseguenze che le appartengono a pieno titolo: pienezza di grazia, doni di integrità e di perfezione spirituale e corporea che ne derivano.

Unica per l'eminente dignità della divina Maternità, per la quale è una preparazione.

In quanto mistero di purezza, l'Immacolata Concezione è anche un mistero di amore, poiché la purezza è una condizione dell'amore. Sotto questo aspetto, ancor più della sua purezza verginale, era la sua purezza originale a starle cuore, perché poteva sacrificare la prima senza offendere Dio, mentre, con la privazione della giustizia originale, sarebbe stata privata di questa purezza, senza la quale l'amicizia con Dio non è possibile.

Grazie alla sua purezza originale, può amare Dio con d'un amore davvero unico.

Si immagini la differenza di sentimenti tra una moglie che per un attimo ha accolto un pensiero di infedeltà verso il marito e un'altra che ha sempre mantenuto inviolabile la fedeltà promessa; o quella che esiste tra un'anima che, anche solo per un momento, ha acconsentito a un cattivo pensiero e un'anima che, nel mezzo degli assalti di Satana, ha conservato il suo candore battesimale.

Per quanto  le prime abbiano saputo nobilmente riparare alla loro colpa, c'è nel cuore delle seconde una soddisfazione intima, del tutto diversa, che dà loro la consapevolezza di essere state sempre fedeli.

Tale, ma incomparabilmente maggiore, deve essere la soddisfazione di Maria di non essere mai stata, nemmeno per un solo momento, in stato di inimicizia con Dio.

Immacolata, sa di essere la figlia prediletta del Padre, abbraccia suo Figlio, si unisce allo Spirito Santo con una semplicità, una fiducia e una delicatezza d'amore che non appartiene che a lei, perché solo in lei non può esserci il ricordo di un tempo in cui un simile atteggiamento non sarebbe stato permesso.

Condividiamo questa gioia dell'Immacolata. Meravigliamoci al pensiero che una creatura umana sia completamente sfuggita alla portata di Satana; che, nata da una razza universalmente contaminata, è più pura e più brillante del più sublime degli angeli; e che questa creatura è nostra Madre.